Grecia Ionica 2017-04-11T19:06:38+00:00

itinerari La Grecia Ionica

Vacanza in barca a vela in Grecia ionica: i mulini a vento

Vacanza in barca a vela in Grecia ionica: i mulini a vento

TRA STORIA, TRADIZIONE E NATURA

Le isole della Grecia ionica sono considerate a ragione il paradiso dei velisti, aggiungo esperti e non.

Anticamente chiamato Eptaneso, è un arcipelago composto da 7 isole maggiori ed una moltitudine di isole più piccole e isolotti che rappresentano mete ambite dal jet set internazionale, come Skorpio, o deserti approdi per chi cerca la tranquillità e la solitudine.

Le isole sono disposte a ventaglio lungo la costa dell’Epiro e l’inizio del Peloponneso e sono Corfù, Paxos, Antipaxos, Lefkas (o Lefkada), Skorpio, Meganisi, Kalamos, Kastos, Atoko, Itaca, Cefalonia, Zante e Kitira.

L’itinerario

Corfù
Paxos
Antipaxos
Lefkas
Skorpio
Meganisi
Kalamos
Kastos
Atoko
Itaca
Cefalonia
Zante

Itinerario Grecia ionica

LEFKAS

LEFKAS-02

LEFKAS (o Lefkada)

Lefkas è separata dalla terra ferma da un canale di appena 30 metri, e collegata alla terra ferma da un ponte girevole che apre i primi 5 minuti di ogni ora. Dopo aver navigato lungo il canale, si giunge alla città di Lefkada, molto pittoresca e vivace. Si ormeggia nel vicino marina, moderno e confortevole, oppure al libero transito nel cuore della cittadina. Da non perdere le spettacolari spiagge della costa ovest: Milos famosa per il kitesurf, Kathisma, Egremni, Megali Petra e Porto Katsiki con il salto di Saffo che prende il nome dall’antica poetessa che lì trovò la morte precipitando dalle rocce a picco sul mare. Lefkas e la costa della terra ferma delimitano il cosiddetto mare interno dove navigheremo alla volta di Meganisi, Skorpios (l’isola di Onassis), Atoko, Kalamos e Kastos.

Kioni, Itaca

ITACA

Il mito che diventa realtà. Itaca è la patria di Ulisse, l’eroe che solcò i mari per venti anni prima di farvi ritorno. E’ un nome che evoca immediatamente il perenne conflitto tra l’indomabile volontà umana e il destino. E’ il simbolo dell’avventura e della conoscenza. Ed è proprio questa l’isola descritta nel poema omerico, basta leggerne la descrizione precisa “C’è un porto, sacro a Forkis, il Vecchio del mare, nell’isola di Itaca; due punte s’avanzano sporgendo a picco, e la baia proteggono; fuori ne chiudono l’onde immani dei venti violenti; e dentro senza ormeggio rimangono le navi…”. Come non riconoscere Vathì? Le spiagge di Itaca sono piccole e pietrose, ma l’acqua lambita da ulivi centenari e cipressi, è di una purezza cristallina, perfetta per fare tanti lunghi bagni. Buoni ormeggi sono Frikes e Kioni, pittoreschi villaggi con molte taverne sul mare.

CEFALONIA

Cefalonia è la più grande delle isole Ionie. E’ terra ricca di testimonianze archeologiche di un passato glorioso. In tempi omerici l’isola era uno dei possedimenti di Ulisse. Navigando a vela in un mare limpidissimo, raggiungeremo baie nascoste, calette, grotte misteriose e spiagge stupende, come Mirtos che è circondata da un anfiteatro di rocce calcaree che donano all’acqua riflessi chiarissimi. Poi ci sono i monasteri che meritano una visita anche solo per la posizione in cui sono stati costruiti, per esempio quello di Agrilion, eretto su una collina circondata da ulivi selvatici, da cui si gode una vista magnifica sulla baia e sulla vicinissima Itaca. E ancora i castelli veneziani come quello di Assos, in posizione spettacolare. Da non perdere la caverna di Melissani, lunga 160 metri, colmata da un lago profondo, con grandi stalattiti. Vi si adorava il dio Pan. Uno dei porticcioli dove faremo scalo  è Fiskardo, colorata, vivace e ricca di fiori.

ZANTE

Terra natale di Ugo Foscolo, “Fior di Levante” per i veneziani, è famosa per il suo mare pulito e cristallino. Le spiagge hanno sabbia sottile e dorata, l’acqua è calda ed ospitale. Notissima è la spiaggia di Lagana, luogo di incontro e riproduzione delle tartarughe Caretta caretta . Zante è famosa anche per le sue grotte, una per tutte la grotta azzurra nella quale il sole penetra per formare scenari mozzafiato di colore azzurro con tutte le sue sfumature sino al colore argento. Tappe della crociera saranno la famosa Navajo beach o spiaggia del relitto, San Nicola e Porto Vromi.